homepage eventi mostre esposizioni e fiere feste sagre festival concerti
  carnevale visite guidate eventi sportivi Gastronomia teatro cinema eventi Convegni
eventi
mostre

esposizioni & fiere

feste
sagre
festival
concerti
carnevale
eventi sportivi
teatro
Convegni
Convegni
Gastronomia
visite guidate
cinema eventi
 
 
 

Uccelli di Aristofane

Siracusa
14/05/2012 - 30/06/2012

Uccelli di Aristofane Pisetero ed Evelpide, due Ateniesi stanchi di vivere nella propria città resa opprimente da costanti delazioni e processi, hanno deciso di insediarsi nel mondo degli uccelli, l?unico veramente libero. I due riescono a farsi accettare, nonostante le iniziali resistenze, grazie al sostegno dell?Upupa, l?uccello che un tempo era stato un uomo, il re trace Tereo. Tuttavia, a causa dei nuovi arrivati, questo mondo alternativo inizia a somigliare al luogo da cui loro stessi erano fuggiti: Pisetero convince infatti l?Upupa e gli altri uccelli dei vantaggi che avrebbero ricevuto fondando una città tra cielo e terra. D?altra parte, sottolinea Pisetero seducendo facilmente i suoi ascoltatori, furono gli uccelli e non gli dei i più antichi abitanti del mondo. La nuova città, battezzata Nubicucculia, sarà potentissima, perché intercettando i fumi delle vittime consacrate dagli uomini agli dei, costringerà questi ultimi a scendere a patti con gli uccelli per non morire di inedia. Inoltre Nubicucculia viene cinta da un muro cosicché gli dei non potranno più soddisfare liberamente le loro voglie tra gli umani senza il benestare degli uccelli. Nubicucculia si corrompe dunque rapidamente cedendo alle logiche del potere; anche da Atene giungono persone d?ogni tipo per trarne vantaggio: un sacerdote, un poeta, un oracolista, un geometra, un ispettore, un mercante di decreti. Pisetero li caccia via, così come caccia quanti chiedono asilo. Manda via persino la dea Iride, messaggera di Zeus, entrata in città senza lasciapassare. A questo punto, infuriati, gli dei mandano una delegazione per far desistere gli uccelli dai loro propositi, ma questi ? sobillati da Pisetero che a sua volta segue tutte le istruzioni impartitegli da Prometeo ? non cedono ed anzi offrono ai nuovi venuti un piatto ricolmo di loro ?concittadini? arrostiti: una punizione esemplare per gli oppositori del regime. Per poter godere ancora dei deliziosi profumi dei sacrifici, alla delegazione divina formata da Poseidone, Eracle e Triballo non resterà che assecondare la volontà degli uccelli: Zeus dovrà restituire loro lo scettro ed acconsentire al matrimonio di Pisetero con sua figlia Basileia, la depositaria dei fulmini, simbolo del potere assoluto.
sito Internet: http://www.indafondazione.org/la-stagione/2012-2/uccelli/trama/
postato da: Redazione Ok Italia
e-mail: info@art1.it
 
 

Inserisci Evento

 © Ok-Italia
realizzazione Art Advertising

contatta la redazione

p.iva 00732490891
note legali